al-Qaeda e i suoi superpoteri

Un gruppo dissidente di Al-Qaeda per il Magreb Islamico avrebbe rivendicato il rapimento della povera Rossella Urru.

Ma davvero ancora andiamo appresso alle cellule dissidenti di al-Qaeda? Che poi la dissidenza starebbe a significare che esiste una specie di cupola di al-Qaeda che decide le strategie generali, poi ci stanno i dissidenti che dicono: eh no, a me questa ortodossia terroristica non piace per nulla, io rapisco un’italiana!

Quando ci renderemo conto che al-Qaeda non esiste e forse, esagerando, non è mai esistita? Ma davvero vogliamo credere che questi scalcagnati rapitori, perché di questo si tratta nella quasi totalità delle volte, siano organizzati al livello mondiale sotto una cupola di tizi orbi, sotto-dialisi, zoppi che vivono in grotte nelle montagne?

Ma davvero credete che sia così? No perché se questi riescono a tenere le fila di un’organizzazione terroristica in queste condizioni, suggerirei immediatamente di contattarli e dargli in mano le sorti dell’Europa: sono dei super-eroi!

Vi prego, basta, non credete ad Al-Qaeda: credete a dei pastori, delinquenti, che vedono gli occidentali come dei bancomat con delle gambe e ci rapiscono. Lo fanno per soldi, per ricattare i governi locali, ma del terrorismo mondiale non gliene strafotte nulla!

Ed ora, in bocca al lupo alla povera Rossella!